Food

TORTA DI FRUTTA A FORMA DI FARFALLA

Vi lascio la ricetta di una torta bellissima, fatta dalla mia amica Michela, appassionata di cucina, e particolarmente brava a fare dolci ^_^
Trattandosi di una torta enorme, fatta per sfamare oltre 30 persone, le dosi sono ragguardevoli, anche perché si sa, una torta che avanza non si butta mai, ognuno se ne porta a casa un pezzetto o la si mangia il giorno dopo.
La procedura è molto lunga e servono alcune conoscenze di base per eseguirla:
1) pan di spagna ( consistenza compatta)
2) crema pasticcera (consistenza media, verrà unita alla panna)
3) ghiaccia (consistenza morbida, non dovrà diventare glassa dura)
3) intagli di frutta  – potete trovare vari video in rete, per intagliare il cigno da usare come testa della farfalla e per tagliare la frutta come si vede nelle foto. Gli intagli usati sono molto semplici, era la prima volta che li usavo 🙂
Armatevi di santa pazienza e calcolate un pomeriggio e la mattina successiva per produrre l’opera ^^
pomeriggio: preparazione di pan di spagna e farcitura
2 pan di spagna alti almeno 3 cm, io ho fatto due teglie di 40 cm x 50 cm (una teglia = metà farfalla).
Ogni pan di spagna è stato diviso in due sagome in modo da avere la parte superiore dell’ala e la parte inferiore
Vi consiglio di disegnare le sagome della parte inferiore e della parte superiore su di un foglio, ritagliarle, poggiarle sul pan di spagna e poi tagliarlo con il coltello.
Rieseguite l’operazione sull’altro pan di spagna girando il foglio sull’altra facciata.
In questo modo siete sicuri che i due pan di spagna siano complementari e della stessa dimensione.
Tenete da parte un rombo di pan di spagna che vi servirà per il corpo della farfalla.
Preparate una crema pasticcera abbastanza soda, fatela raffreddare.(per queste dimensioni ho usato 750 ml di latte e 6 uova)
Montate la panna ben soda e unitela alla crema (proporzione 1:1)(750 ml, io ho usato quella fresca ma va bene anche quella a lunga conservazione)
Preparate una miscela di alchermes e acqua (proporzione 1:3), o in alternativa potete usare del succo di frutta diluito 1:1 (una tazzona di quelle del latte dovrebbe bastare per queste dimensioni)
Tagliate le fragole a pezzetti (non troppo piccoli, devono sentirsi) (500 grammi)
Aprite i pan di spagna a metà
Bagnate le parti della base con la bagna di alchermes (non fatelo con quelle superiori o rischiate che vi si spappolino in mano quando le dovrete mettere sopra) Per farlo potete usare un pennello o il cucchiaio ma fate attenzione a non “inzupparli” troppo, devono restare sufficientemente solidi).
Sulle parti superiori invece spalmate della marmellata ai frutti di bosco (sempre senza esagerare…io ne ho usato mezzo vasetto per tutto stò popò di torta), servirà a smorzare la dolcezza della crema con l’agro dei frutti.
Sulle parti di base spalmate uno strato di crema (evitando i bordi altrimenti quando poggiate la parte superiore esce tutta fuori)
Aggiungete le fragole a pezzetti.
Ricoprite le basi con la rispettiva parte superiore facendo attenzione a far combaciare bene le forme.
Non spaventatevi se vedete il pan di spagna di base più largo di prima, si espande per la bagna/crema..e la parte superiore poggiando sullo strato di ripieno ovviamente si inarca un pò. il piano lo sistemeremo adattando la frutta.
La prima giornata è finita, coprite le torte con una pellicola e infilatele nel frigo.
Giorno 2: composizione,intagli e copertura
Preparate il cigno intagliato e mettetelo in una ciotola con acqua fredda e limone, così non annerirà.
Preparate la ghiaccia abbastanza morbida,qui non so dirvi bene le quantità perché vado sempre a occhio…ho usato gli albumi avanzati dalle uova usate per la fare la crema
Ricoprite le torte con la ghiaccia riempiendo bene gli spazi sui bordi. La ghiaccia ci serve per fare aderire bene la frutta alla base.
A questo punto siamo pronti per passare alla frutta!
Io ho usato:
Susine nere
Albicocche
More
Ribes
Fragole
Mele rosse
Pesche noci
Kiwi
Ciliegie (spaccate a metà e togliete il seme!)
Il decoro è del tutto personale, non posso descriverlo. Qualche consiglio:
-dovete fare in modo che le due metà della farfalla siano quanto più possibile uguali nel disegno, quindi vi conviene posare un decoro a sinistra e poi ripeterlo a destra, partendo da quello più grosso e usando i frutti più piccoli per coprire i “buchi”(ribes e mirtilli sono perfetti..)
-Quando la comprerete ricordate che deve essere matura ma non si deve spappolare, altrimenti non riuscirete a intagliare.
Deve avere un bel colore acceso e la buccia bella (non va sbucciata), quindi prendetela biologica e lavatela per bene (magari con l’amuchina..).Se ci fate caso alcuni frutti spesso hanno delle belle sfumature, come le albicocche che hanno una parte arancio chiaro e poi vanno verso lo scuro
-La frutta che tende ad annerire immergetela prima nell’acqua fredda col limone, tamponate e poi posate sulla torta
-Tagliate fettine sottili, altrimenti quando la mangiate perdete il gusto della torta
-Usate bene i colori della frutta…è come dipingere un quadro, deve esserci armonia e completezza 🙂
A decoro ultimato, coprite e mettete a riposare in frigo.
Volendo si può ricoprire anche con la gelatina ma mia madre la preferiva così 🙂
Ringrazio Michela per la ricetta, e fateci sapere se vi è piaciuta! ^_^
Maria Felice Romagnolo

Maria Felice Romagnolo

FOUNDER & DIRECTOR
Maria Felice Romagnolo (La Felix), 34 anni, Blogger/Youtuber, Make up Artist e Tutor del Benessere certificata di Milano. Libera professionista freelance, lavora come truccatrice per matrimoni, servizi fotografici, eventi e corsi di trucco. Specializzata in terapie naturali e alternative (massoterapia e consulenza antistress, integrazione alimentare, aroma-cromoterapia, ecc...ecc...). Lavora da 19 anni nei settori marketing, comunicazione ed editoria.

Lascia un commento

10 commenti

Leave a Response